Come pulire i gioielli

Lo sporco, la polvere e il grasso, sono tutti elementi che si attaccano e si depositano nelle fessure dei gioielli, rendendoli opachi e privandoli della loro naturale bellezza.
Se siete abituati ad indossare i vostri gioielli quotidianamente avrete sicuramente notato che, dopo non molto tempo, cominciano a non splendere più come prima.
Per questo è importante imparare a pulire i propri gioielli nel modo corretto, seguendo alcune semplici regole.

Come pulire collane, anelli, bracciali e orecchini?

Che si tratti di collane, di anelli, di bracciali o orecchini è importante trattare con delicatezza questi oggetti preziosi per evitare di rovinarli in modo definitivo.
Per procedere con una pulizia casalinga è sufficiente scaldare un po' di acqua in un pentolino (senza che diventi bollente) e aggiungere una goccia di detersivo liquido.
A questo punto, con l'aiuto di un semplice spazzolino, provvedete a strofinare con delicatezza il gioiello, rimuovendo la polvere e lo sporco che si sono depositati nel tempo.
Se lo sporco dovesse risultare particolarmente resistente, si può lasciare il gioiello in ammollo per una quindicina di minuti in acqua calda, per poi procedere con la pulizia.
Al termine di questa operazione è importante ricordarsi di risciacquarlo con acqua corrente e terminare passando un po' di alcool per favorire l'asciugatura.

Come pulire il corallo rosso

Il corallo è un elemento molto delicato e deve essere trattato con estrema cura.
Un modo efficace per pulire il corallo consiste nell'immergerlo in una bacinella con un po' d'acqua, a cui è stata aggiunta qualche goccia di sapone neutro (no ammoniaca o detersivo per i piatti).
Dopo una mezz'oretta si può procedere ad asciugare il corallo o, in caso di sporco resistente, strofinarlo con attenzione con un cotton fioc.

Come pulire i gioielli di oro e argento

I gioielli, in oro o argento, possono opacizzarsi con il tempo.
Per rallentare questo processo è possibile tenere presente alcuni accorgimenti, come togliere i gioielli mentre si è in spiaggia, evitare che siano esposti a prodotti cosmetici come profumi e creme, e evitare di indossarli durante le pulizie domestiche o l'attività sportiva.
Per pulire i gioielli in oro e argento è necessario utilizzare un panno morbido inumidito con acqua saponata.
Una volta ripristinato è sufficiente asciugare con delicatezza con un panno pulito e asciutto.

Come pulire i diamanti

Pulire i diamanti è davvero molto semplice.
Il primo step di questo processo consiste nell'immergere il gioiello con il diamante in un contenitore pieno di acqua tiepida e qualche goccia di sapone.
In seguito, con l'aiuto di uno spazzolino dalle setole morbide, procedete ad eliminare tutto lo sporco.
Per terminare la pulizia è necessario risciacquare il diamante e asciugarlo con un panno in cotone.

Come pulire le perle

Le perle sono un tipo di gioiello molto particolare, data la loro natura organica.
Vi sono esemplari che risalgono a diversi secoli fa, ma per preservarne la vita è necessario tenere presente alcuni suggerimenti.
Infatti, se il deterioramento dovesse persiste, potrebbero formarsi alcune spaccature esterne e, addirittura, arrivare a rompersi in piccoli frammenti.
Eseguire una corretta manutenzione, quindi, può allungarne notevolmente la loro vita.
Il primo aspetto da considerare per la pulizia delle perle è evitare detergenti aggressivi come ammoniaca e cloro.
Queste sostanze sono infatti molto dannose e possono privare in modo definitivo le perle della loro lucentezza.
É importante quindi pulire i gioielli in perla con acqua e sapone neutro.
Inoltre è fondamentale ricordare di non esporre le perle a componenti acide, come aceto o limone, poiché la loro struttura è in carbonato di calcio che viene attaccato in modo molto aggressivo da sostanze che presentano un pH acido.

Come disinfettare i gioielli

Disinfettare i gioielli è molto importante sia per mantenerli lucenti che per proteggere la nostra salute.
Questi bijoux vengono infatti indossati, spesso tutti i giorni, anche in zone delicate come il volto.
Alcune zone, come i lobi delle orecchie o la parte posteriore del collo, sono particolarmente sensibili e possono essere soggette a irritazioni o infezioni se i gioielli non dovessero essere ben puliti e disinfettati.
Dopo la pandemia da Covid-19 siamo anche diventati molto più attenti per quanto riguarda questo tipo di tematiche, soprattutto se pensiamo, ad esempio, a un paio di orecchini che sono appena stati acquistati o che magari possiamo avere prestato a una parente o a un'amica.
Ormai abbiamo ben chiaro quanti germi e batteri possono nascondersi anche negli oggetti più piccoli e quanto sia importante disinfettare ciò con cui entriamo in contatto ogni giorno.
Un ottimo alleato è il perossido di idrogeno, più conosciuto come acqua ossigenata, infatti è un potente antibatterico e disinfettante.
É importante però sottolineare che può essere utilizzato solo su gioielli in argento.
Per applicarlo è sufficiente utilizzarne poche gocce su un batuffolo di cotone e strofinarlo sul bijoux interessato.
Se dovessero essere presenti pietre preziose è fondamentale evitare che l'acqua ossigenata entri in contatto o potrebbero rovinarsi.
Se invece preferisci optare per una soluzione naturale puoi scegliere di usare una manciata di bicarbonato di sodio.
Mescolalo con un po' di acqua calda e strofina i gioielli che hai bisogno di disinfettare.
Non solo saranno subito puliti, ma appariranno anche molto più lucidi e splendenti.
Anche in questo caso è importante evitare che entri a contatto con pietre preziose o perle perché potrebbero rovinarsi in modo inevitabile.
Per non correre rischi si può usufruire di un piccolo dischetto di cotone, bagnato con questa soluzione, così da disinfettare solo le parti in argento.

Post correlati

Consigli utili
La foratura dei lobi
Consigli utili
Misure anelli